The purpose of AmazNo.net

Home The purpose of AmazNo.net

AmazNO, cambiare prospettiva si può!                                                                          

(con tanto di cappello)

EN Below

La pandemia globale, l’evento epocale che stiamo vivendo, verrà ricordato dai posteri come lo spartiacque tra la società pre-covid come la conoscevamo e la società post covid che si sta definendo.

La vita di tutti i giorni è stata stravolta. La socialità è stata spazzata via. Le occasioni di incontro e i luoghi hanno smarrito la strada. I servizi essenziali hanno continuato on-site, molti hanno adottato lo smart-working, tanti altri purtroppo hanno perso il lavoro.

Sono cambiate le nostre abitudini, consuetudini, si è modificato lo scambio di affetti ed emozioni, sono state minate profondamente le nostre certezze e messe in discussione le nostre priorità.

Qualcuno ha sognato un mondo migliore.

Abbiamo rivolto un pensiero forte alla tranquillità personale, alla sicurezza generale e alla garanzia di salute, adattando contestualmente il modo di vivere alla situazione contingente, incluse le scelte sul piano dei consumi.

Il lockdown infatti, ha portato un’accelerazione enorme alla tendenza già in atto da anni del progressivo aumento degli acquisti che transitano online, ed è evidente quanto gli attuali giganti del settore ne abbiano beneficiato.

Siamo tutti, chi più chi meno, utilizzatori dei più grandi marketplace online per soddisfare ogni nostro desiderio o necessità, per ogni cosa, ora anche di più, alla ricerca del risparmio del denaro e del tempo. Ma qual è il vero prezzo che stiamo pagando?

Ormai nessun esercizio con affaccio su strada è immune dall’azione fagocitatoria dell’ecommerce che inesorabilmente ingloba online e polverizza offline. Se ne apprezzano gli effetti guardando le serrande abbassate e i locali vuoti che allietano le nostre passeggiate, nelle grandi città, come nelle medie e piccole realtà.

Le botteghe che animano il nostro quartiere, quell’eterogeneità di attività, colori, profumi, odori e rumori che tiene vivo il nostro mondo oltre la soglia dello schermo o del divano, sta agonizzando da anni e questa potrebbe essere la stretta finale.

Quante volte al momento di comprare in rete ci siamo interrogati se il negozietto all’angolo avesse ciò che cerchiamo? Forse sì, ma è più comodo clic to clic e arriva tutto domani, o forse anche oggi.

Certamente, e gli effetti collaterali di queste azioni sono devastanti sul nostro meraviglioso tessuto sociale.

È possibile supportarlo mantenendo le comodità che il commercio elettronico offre?

Negli ultimi tempi sono nate diverse iniziative digitali per promuovere i negozi di quartiere, la produzione e le attività locali.

Di queste proposte condividiamo l’obiettivo, ma, per raggiungere una dimensione tale che garantisca un reale beneficio per la collettività, riteniamo che il progetto dovrebbe essere pensato da subito come un movimento globale, che raccolga in un unico contesto, gli sforzi le risorse e le energie.

Quindi, per affrontare un Titano ci vuole un altro Titano?

Si, dovremmo crearne un altro che abbia un’intenzione diversa.

Ecco perché nasce AmazNO.net

È un riferimento certamente sfacciato, ambizioso e un omaggio al movimento nato a NY un paio d’anni fa.

In quel NO sta la presa di coscienza dello status quo e la voglia di cambiamento.

Il suffisso .net indica che questo progetto può nascere, crescere e prosperare se, e solo se, c’è un fortissimo coinvolgimento della popolazione a livello globale. Noi, individualmente, non abbiamo le risorse, ma insieme si può fare tanto.

AmazNo.net sarà il forum di discussione per proporre idee funzionali ad un obiettivo ben preciso: realizzare insieme un’alternativa che dia massima visibilità a tutti ma soprattutto ai negozi di prossimità, che favorisca il rapporto face-to-face e offra un e-commerce local, dove tributi e profitti vengono ridistribuiti nel tessuto che li ha generati, a vantaggio di tutti. Rilanciare le economie locali e nazionali SI PUO’ FARE!

Vorremmo attivare una nuova scintilla di un confronto aperto, che scaturisce in Italia per poi crescere in tutto il mondo. Un sogno che risvegli la nostra coscienza, che ci faccia sperare, divertire e vivere un atteggiamento più responsabile per il miglioramento del Paese. Un glocal a tutto tondo.

La nuova soluzione sarà il risultato dei contributi di tutti a partire dal nome, che sarà una meraviglia!

Per realizzarla serve subito l’aiuto di chi sa fare e ha voglia di fare, con spirito di iniziativa.

 

English Version

AmazNO, changing perspective is feasible!

Posterity will remember the global pandemic, we have been experiencing, as the watershed between the pre-covid society as we knew it and the post-covid society that is being defined.

Everyday life has been disrupted. Sociality no longer exists as well as meeting-up opportunities; places have lost their intrinsic goal. Essential services continued on-site, others adopted remote-working, and unfortunately many people lost their jobs. Our habits have changed, the way we deal with affections and emotions, and we now question our priorities as our certainties have been deeply undermined.

Someone has dreamed of a better world.

We have lingered on our personal peace of mind, on our overall safety and health, we have adapted to the current situation, thus making new choices regarding what we consume and how.

As a matter of fact, the lockdown has led to a huge acceleration in a trend that has already been underway for years: online vs offline purchases, and it is very clear that the current giants in the sector have benefited from it.

All of us to a different extent, are heavy users of the largest online platforms in order to satisfy wishes or needs, in our ongoing search to save time and money. And more so now.

But what is the real price we are paying for all of this?

No street shop is immune to the relentless action of the e-commerce, which incorporates online and reduces offline businesses to dust. We notice its effects just by looking at the lowered shutters and the empty shops that used to cheer our walks in cities, as well as villages.

Those shops that used to animate our neighborhood, create a wide variety of activities, colors, scents, and noises, keep our world alive beyond the threshold of a screen or a sofa, have been agonizing for years but we could put this to an end.

How many times when buying online have we asked ourselves whether the corner shop had what we were looking for? Perhaps, but it’s much easier to “click” and wait for everything to come the next day, or even the same day.

The side effects of these actions are destroying our wonderful social structure. Can we still support it, while keeping the convenience that e-commerce offers?

In recent times, several digital initiatives have been created to promote neighborhood shopping, and local businesses. We share the same the objective, but in order to reach a dimension that guarantees a real benefit to the community, we believe that this project should be a global movement, which gathers efforts, resources and energies under one common roof.

So, does it take another Titan to fight a Titan?

YES, we should create another one, with a different approach and objective.

That’s why the AmazNO.net discussion forum originates.

It is certainly a cheeky and ambitious initiative, and also a tribute to the movement born in NY a couple of years ago.

In that NO lies the awareness of the status quo and the desire for change.

The suffix .net indicates that this project can sprout, grow and thrive if, and only if, there is a very strong involvement at a global level.

We, as individuals, do not have the resources, but together we can do a lot.

AmazNo.net will be the discussion forum to propose functional ideas for a specific goal: that one of creating an opensource alternative together, that gives great visibility to everyone but above all to the nearby shops. These will favor a face-to-face relationship and also, an e- local commerce, where taxes and profits are redistributed in the social structure that generated them, for the benefit of all.

Reviving local and national economy is possible!

We would like to activate a new spark of open discussion, which starts in Italy to later grow all over the world. A dream that awakens our conscience, and makes us hope; a dream that will lead us to have more responsible attitude for the improvement of each country.

An all-round glocal.

The new solution will be the result of everyone’s contribution starting from the name, which will be a marvel!

In order to make it come true we need contributions from all of you, who know how to do and want to do things, in many different fields.