(...) In quel NO sta la presa di coscienza dello status quo e la voglia di cambiamento.

Il suffisso .net indica che questo progetto può nascere, crescere e prosperare se, e solo se, c'è un fortissimo coinvolgimento della popolazione a livello globale.

Noi, individualmente, non abbiamo le risorse, ma insieme si può fare l'inimmaginabile!

Il progetto è opensource e tutti sono benvenuti anche solo per dire ``Io ci sono!``.
    • Forum AmazNo

      Se riusciremo a realizzare il sogno di una piattaforma socialmente sostenibile dipenderà da tutti noi.

      Se il progetto ti interessa, innanzitutto registrati al Forum e di “io ci sono” 🙂    

      Parlane ai tuoi amici e contribuisci alla creazione della community! #amaznonet   

      Twitter @AmaznoNet

      Facebook: Pagina e Gruppo @AmazNo.net

Cambiare prospettiva si Può!

(con tanto di cappello)                                                                                                      EN Version below

La pandemia globale, l’evento epocale che stiamo vivendo, verrà ricordato dai posteri come lo spartiacque tra la società pre-covid come la conoscevamo e la società post covid che si sta definendo.

La vita di tutti i giorni è stata stravolta. La socialità è stata spazzata via. Le occasioni di incontro e i luoghi hanno smarrito la strada. I servizi essenziali hanno continuato on-site, molti hanno adottato lo smart-working, tanti altri purtroppo hanno perso il lavoro.

Sono cambiate le nostre abitudini, consuetudini, si è modificato lo scambio di affetti ed emozioni, sono state minate profondamente le nostre certezze e messe in discussione le nostre priorità.

Qualcuno ha sognato un mondo migliore. (continua a leggere il Manifesto AmazNO.net completo, clicca qui)

 

EN

Changing perspective is feasible!

Posterity will remember the global pandemic, we have been experiencing, as the watershed between the pre-covid society as we knew it and the post-covid society that is being defined.

Everyday life has been disrupted. Sociality no longer exists as well as meeting – up opportunities; places have lost their intrinsic goal. Essential services continued on-site, others adopted remote-working, and unfortunately many people lost their jobs.

Our habits have changed, the way we deal with affections and emotions, and we now question our priorities as our certainties have been deeply undermined.

Someone has dreamed of a better world. (…continue reading)